VegTimes informa

Tutte le informazioni fornite da questo sito sono di natura generale, a scopo divulgativo e non sostituiscono i consigli di un medico abilitato. Vegtimes.it riporta tali informazioni da fonti autorevoli e sempre citate esplicitamente.

feed-image RSS Feed

Pulizie Veg

Vota questo articolo
(0 Voti)

Vi propongo alcune magiche pozioni, semplici e assolutamente naturali per una pulizia rispettosa della nostra salute e dell'ambiente.

 

Detergente multiuso al limone: Riempite per tre quarti un barattolo di vetro con bucce di limone tagliate a listarelle e ben pressate l'una all'altra e coprite il tutto con dell'aceto bianco. Lasciate riposare il barattolo al buio per due settimane ed in seguito filtrate il liquido ottenuto, che avrà assunto un colore dorato. Potrà essere conservato in un contenitore ben chiuso ed utilizzato, puro o diluito in acqua, come coadiuvante nella pulizia di sanitari, pavimenti, vetri, specchi, piastrelle ed altre superfici dure e resistenti.

Sgrassatore per bagno e cucina: Servono uno spruzzino, 40 grammi di bicarbonato, 6 gocce di olio essenziale di tea tree e acqua (q. b.). L'azione igienizzante del bicarbonato si combina con quella antisettica dell'olio essenziale di tea tree. Adatto anche per pulire il marmo.

Detersivo per i sanitari: Sciogliere in mezzo litro di acqua bollente due cucchiai di sapone ecologico liquido o in scaglie, aggiungere dieci gocce di olio essenziale di limone, eucalipto o tea tree. Versare il detersivo raffreddato in un contenitore spray.

Detersivo per piatti: 8 limoni; 800 ml d'acqua; 300 gr sale; 200 ml aceto; fate bollire i limoni in pentola finché non diventano delle specie di morbide polpette, tagliate i limoni in piccoli pezzetti. Eliminati i semi, servitevi della tecnologia a vostra disposizione per ridurre il tutto a una poltiglia fine. Se avete bollito per bene saltate pure il filtraggio. Senza dubbio avrete un succo denso e uniforme. Se invece vi sembra opportuno, utilizzate un colino a maglie non troppo fitte. Versate quindi la poltiglia negli 800 ml d'acqua, e aggiungete i 200 ml di aceto e i 300 gr di sale FINO. Fate bollire il tutto, ma senza distrarvi troppo (il pericolo è che il contenuto monti fino a esondare, spegnere il fuoco e chissà cos'altro). Mescolate il quasi-detersivo con un mestolo di legno, fino a quando non vi sembra di aver ottenuto la giusta consistenza (N.B.: il vostro detersivo dovrà passare per un beccuccio sottile, per cui giusta consistenza = né troppo liquido, né troppo denso). A questo punto dovreste avere in pentola circa 500 ml di ottimo detersivo 100 % ecologico e altrettanto percento autoprodotto. Una volta raffreddato, travasatelo nel fusto.

Pavimenti e piastrelle: Versarne la quantità di aceto corrispondente ad una tazzina da caffè ogni 5 litri di acqua. Il risultato finale è sorprendente. Una spugnetta imbevuta è ideale anche per rimuovere il grasso dalle piastrelle della cucina e del bagno, fungendo perfino da anticalcare. Con l'aggiunta di qualche goccia di olio essenziale di tea tree o di lavanda, il risultato è eccezionale sia sul pavimento che sulle piastrelle.

Detersivo delicato per lavatrice (non adatto ai capi molto sporchi): Portate ad ebollizione l'acqua (5 litri d'acqua) all'interno di una pentola capiente. Versate mano a mano il sapone vegetale in scaglie (200 grammi di sapone vegetale in scaglie di MARSIGLIA) e mescolate. Lasciate riposare finché il liquido non si sarà raffreddato e le scaglie di sapone non si saranno completamente disciolte. Quindi aggiungete il bicarbonato (100 grammi di bicarbonato di sodio) e mescolate per bene. Prima di passare al trasferimento del detersivo nel contenitore prescelto, addizionatelo con l'olio essenziale di LAVANDA (25 gocce) e mescolate con un cucchiaio di legno. Questa pasta lavante si presenta liquida, ma dopo 1 giorno tende a rassodare: quando la andrete a trasferire, scegliete quindi un contenitore aperto, in modo da poterla prendere con il cucchiaio. È un detergente molto profumato, sia di Marsiglia che di lavanda: ne bastano due cucchiai pieni nella vaschetta della lavatrice a carico pieno. Non ha scadenza.

Lisciva: Servono 1 parte di cenere di legna e 5 parti di acqua di rubinetto (1 chilo - 5 litri). Setacciate la cenere e mettetela in una grande pentola insieme a 5 parti di acqua. Fate bollire per 2 ore mantenendo la fiamma bassa e mescolando di tanto in tanto. Spegnete e lasciate riposare fino al giorno dopo. A questo punto filtrate l’acqua ottenuta tramite un panno di cotone o lino facendo attenzione a non smuovere la cenere al fondo della pentola! Lasciate riposare per qualche ora. Così si otterranno due prodotti: la lisciva che è la parte liquida e la pasta di cenere, ottima per la pulizia di piatti e stoviglie molto sporchi.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Copyright © VegTimes.it - 2012 - Tutti i diritti riservati - Materiale utilizzabile citando la fonte